Carnosina (Y-Age) Visualizza ingrandito

Carnosina (Y-Age)

36551.006.001

Nuovo prodotto

Migliora la salute in generale, Migliora le proprietà bioelettriche degli organi, Pratico e facile da usare, Aiuta a ridurre rughe e rughe sottili*, Aumento della resistenza fisica del 125% dimostrato clinicamente**

*Quando usato insieme a Y-Age Aeon e Y-Age Glutathione in modo regolare. 
**Dopo 3 settimane di utilizzo.


Maggiori dettagli

USD 89.95 tasse escl.

Dettagli

Il nostro richiamo Carnosina è progettato per riparare alcuni degli effetti dell'invecchiamento.

Carnosina: un’ampia gamma di cause sono responsabili dell’invecchiamento dell’organismo e delle cellule. La carnosina ha il potere di rallentare questi processi di invecchiamento proteggendo e rigenerando le proteine e i lipidi. La carnosina è in grado di prolungare la vita delle cellule e dell’organismo.

Principi di base

Principali cause dell’invecchiamento sono considerate le modifiche e i danni subiti dalle proteine dell’organismo. Le caratteristiche tipiche dell’invecchiamento come la formazione delle rughe, della cataratta e i processi neurodegenerativi riflettono tali modifiche. In questa situazione le proteine modificate si accumulano nell’organismo. La carnosina è un dipeptide naturale composto da due aminoacidi, la Beta-Alanina e la L-Istidina. È un ingrediente naturale dell’alimentazione presente soprattutto nella carne. Il livello di carnosina nelle cellule diminuisce con l’avanzare dell’età. Un apporto aggiuntivo di carnosina è particolarmente consigliato in caso di consumo ridotto di carne.La carnosina è efficace contro diverse formedi proteine modificate. Ha la capacità di ringiovanire le cellule in uno stadio tardivo del proprio ciclo di vita (aspetto, arco di vita). Gli scienziati l’hanno definita «multipotente» (antiossidante, antiglicosilante, neutralizzante degli aldeidi e dei metalli). Ciò significa che la carnosina è attiva in molti tessuti e organi in modo diverso. Valori particolarmente elevati di carnosina si trovano nelle cellule muscolari (miociti) e nelle cellule nervose (neuroni), entrambe annoverate tra i gruppi di cellule longeve.

Effetti

È scientificamente provato che le cellule dell’organismo sono in grado di dividersi solo limitatamente. Dopo ogni divisione cellulare la cellula si avvicina alla morte, che si  ottiene dopo un determinato numero di divisioni cellulari. La carnosina induce per così dire un ringiovanimento biologico, quando le cellule si avvicinano alla fine della loro vita ed è in grado di mantenere l’omeostasi cellulare (ambiente interno all’organismo), che porta ad un ringiovanimento dell’aspetto delle cellule.Rientrano nelle principali modifiche delle proteine l’ossidazione e l’interazione con gli zuccheri («glicosilazione») o con gli aldeidi.La glicosilazione ha luogo quando le proteine interagiscono con gli zuccheri. La glicosilazione (aggiunta di zuccheri alle molecole delle proteine) con formazione di legami  incrociati delle proteine («Cross Links») può  portare alla costituzione di AGE («advanced glycosylated end products» – vale a dire legami proteine-zucchero irreversibili).La carnosina impedisce la formazione di proteine con aggiunta di zuccheri. La sua  azione non è solo preventiva, ma è in grado anche di inibire la trasformazione delle proteine già glicosilate in AGE. I prodotti AGE esplicano un effetto dannoso inviando segnali cellulari errati e incrementando la formazione di radicali liberi. La carnosina funge quindi  da protezione naturale contro i processi di glicosilazione nel cervello. La carnosina, presente in abbondanza nel cervello, induce un ringiovanimento dei neuroni (cellule nervose) e ne prolunga la durata. Una delle principali cause dei danni causati dall’invecchiamento del  cervello è l’ossidazione dei lipidi nella membrana cellulare delle cellule nervose e nei suoi  axoni. La carnosina distrugge i sottoprodotti  dannosi di questo processo.
La carnosina protegge inoltre il genoma (materiale ereditario) delle cellule, poiché i cromosomi con il DNA (materiale ereditario)  possono essere danneggiati dall’azione ossidativa (interruzioni, anomalie) e si agglutinano con l’avanzare dell’età. La carnosina può ridurre questi danni al materiale ereditario delle cellule e mantenere le cellule intatte a lungo proteggendole dall’invecchiamento, ad esempio dalla formazione del cancro. Un metabolismo anomalo rame-zinco si evidenzia nel morbo di Alzheimer, in caso di ictus e in molte altre malattie con componente neurologica. Il rame e lo zinco sono importanti per la trasmissione delle informazioni nel cervello. La carnosina protegge il cervello dall’azione dannosa di queste sostanze (funzione tampone). Il cervello deve intercettare il rame e lo zinco per poter svolgere le proprie funzioni  senza esserne intossicato. Anomalie nel metabolismo rame-zinco possono  favorire l’insorgere del morbo di Alzheimer poiché possono contribuire ad un’accelerazione della formazione della placca (eccessivi legami incrociati di beta-amiloide a causa dei prodotti AGE) nel cervello. Per finire la carnosina protegge anche le cellule endoteliali dei vasi sanguigni che subiscono danni in caso di morbo di Alzheimer.

In sintesi, la carnosina:

  • prolunga la vita delle cellule
  • è una sostanza multipotente presente in natura
  • è completamente sicura e assolutamente innocua
  • contrasta i processi di invecchiamento, come la formazione delle rughe, della cataratta e i processi neurodegenerativi
  • è utile il suo impiego nella cura del morbo di Alzheimer
 

POSIZIONAMENTO CEROTTI

RTEmagicC_Posizionamento_cerotti_Carnosi

I cerotti LifeWave sono stati ideati per adulti sani di almeno diciotto anni di età. Le linee guida su questo sito Web sono fornite solo a scopo educativo e informativo. Queste informazioni non vanno assolutamente intese come consigli medici. Rivolgersi ad un medico o altro operatore sanitario prima di iniziare qualsiasi nuovo programma dietetico, di esercizio fisico o nutrizionale, oppure nel caso di domande o dubbi riguardanti la propria salute. Le persone citate su questo sito Web hanno avuto risultati che potrebbero non essere tipici, pertanto i risultati non saranno identici per tutti. LifeWave non si assume alcuna responsabilità in merito all'utilizzo delle informazioni contenute in questo sito Web da parte degli utenti. I cerotti LifeWave non sono destinati all'uso per curare, trattare o prevenire le malattie nell'uomo o negli animali.

21 altri prodotti della stessa categoria: